SERIGRAFIA

postato in: News | 0

La serigrafia è una delle tecniche di stampa che si utilizzano per riprodurre immagini o documenti su qualsiasi materiale. Il termine deriva dal latino seri (seta) e dal greco γράφειν (gràphein, scrivere).

In serigrafia la stampa avviene, per mezzo di un cliché o quadro di stampa. Il cliché serigrafico consiste in una cornice sulla quale viene teso uno speciale tessuto a maglie; una parte di questo tessuto viene poi otturata con dei procedimenti fotomeccanici in modo da lasciare libere le superfici in corrispondenza di disegni o testi da stampare. Per mezzo di una Racla (lamina di gomma) si fa scorrere, premendo sul cliché, un inchiostro che passa solo attraverso le maglie del tessuto lasciate libere e, depositandosi sull’oggetto o il foglio, riproduce il disegno o il testo voluto. Permette di stampare su qualsiasi materiale.

Come ad esempio: dipinti, cartelli, disegni, affissioni. Si può stampare su tessuto come magliette, vestiti, tele, cravatte, materiale sportivo, calzature. Sulla plastica: cartelli segnaletici, pensiline, pannelli e su legno o sughero per mobili, pannelli o elementi decorativi. Su etichette o calcomanie, sia su carta che PVC per la decorazione di vetri, mattonelle o ceramiche. Per decorare specchi o vetri, come macchinette da gioco, bottiglie, vasi, vasetti.

LA STAMPA

Uno strumento indispensabile per la stampa è la racla che serve a premere l’inchiostro attraverso le maglie libere della matrice; è composta da una lamina di gomma dello spessore di 8/10 mm con un impugnatura in legno o metallo. La posizione della racla durante la stampa deve essere di circa 45° in modo che il contatto con la matrice avvenga sul filo della lamina di gomma. Prima di procedere alla stampa si deve diluire l’inchiostro.

A diluizione effettuata si procede come segue:

  1. si versa una certa quantità di inchiostro nel cliché;

  2. si posiziona il telaio sopra all’oggetto che si vuole stampare;

  3. si raccoglie un po’ di inchiostro con la racla e, esercitando con essa una pressione costante ed uniforme, si effettua la passata di stampa con un movimento regolare.

Una volta alzato il telaio è opportuno effettuare un passaggio a vuoto cioè riportare l’inchiostro per mezzo della racla, passando sulla matrice, nella posizione di partenza. Questa operazione ha lo scopo di evitare che l’inchiostro si asciughi tra le maglie del tessuto. Si può quindi ripetere la stampa su altri oggetti.